ICI, IMU, Trise. E grazie a Berlusconi pagheremo di più

Si fa un gran parlare della nuova Trise. Si fanno i conti di quanto dovremo pagare. C’è chi assicura che pagheremo meno rispetto a quanto richiesto nel 2012 per l’IMU. Io aspetterei la pubblicazione del testo di legge sulla Gazzetta Ufficiale prima di fare i conti.

Quello che possiamo fare però nel frattempo è ricordarsi degli ultimi anni della tassazione sulla casa. Ho comprato casa ai tempi dell’ICI. Ve la ricordate? La mia casa è così piccola che tra l’esenzione come prima casa e la soglia sotto la quale non era necessario pagare il bollettino, io non dovevo pagare nulla allo Stato.

Poi venne Berlusconi che convinse gli italiani che il problema fondamentale era la tassazione sulla prima casa. Vinse le elezioni e cancellò l’ICI (era il 2008). Passarono pochi anni e nel 2011 col decreto legislativo sul federalismo fiscale il governo Berlusconi reintrodusse l’IMU… a partire dal 2014. Il governo Monti, succeduto a Berlusconi nel 2011, anticipò la sua introduzione al 2012.

E nel 2012 abbiamo pagato l’IMU. Vi ricordate quanto avete pagato? e la differenza tra quanto pagavate di ICI e di IMU? Io circa 100€. Da 0 euro a 100 euro, tutto grazie a Berlusconi e Monti.

Bene, quest’anno il governo ha trattato sull’argomento IMU per diversi mesi, hanno sospeso l’applicabilità della prima rata per quest’anno e dovrebbero sospendere anche la seconda. Vedremo. E adesso hanno introdotto la Trise.

Proprio convinti che andremo a pagare di meno? O forse sarà un’ottima occasione per aumentarci le tasse? E chi dobbiamo ringraziare per tutti questi aumenti?

Annunci

30 aprile 2013 – Segnalazioni

Monti a sua insaputa

Dopo tanti a cui han pagato o ristrutturato la casa a loro insaputa, oggi abbiamo colui che ha governato a sua insaputa.

Mario Monti intervistato a SkyTg24Finché è stato al governo ha imbastito nuove tasse (IVIE, Tobin Tax e Tares) e in campagna elettorale promette di rimodulare l’IMU, tagliare un punto di IRPEF e evitare l’aumento dell’IVA.

Mentre governa aumentano i disoccupati e mentre si fa intervistare come candidato premier della coalizione di Casini promette più posti di lavoro.

Ma finora chi è che governava? Monti senza l’appoggio di Monti!?

Nuovo record del debito pubblico

Ma Monti non sarebbe lì per ridurre il debito pubblico? E invece questo sale

Forse quel popò di economista ha sbagliato la ricetta? Magari una patrimoniale sui redditi alti avrebbe ridotto davvero!? Forse rendere le tasse più progressive avrebbe fatto ripartire i consumi, esattamente come le tassazioni introdotte da questo governo li hanno ridotti!? L’IMU, così com’è disegnata, è fortemente penalizzante per chi ha un piccolo capitale immobiliare. Non è possibile tassare un appartamento (di cui tutti dovrebbero aver diritto) come una villa. Oppure non è possibile tassare chi ha dieci case come chi ne ha due!

Forse questi insigni professori economisti…non ci capiscono ‘na mazza!? o forse questa è la migliore politica economica per il blocco di potere che ‘sti prof rappresentano?

Lascio a voi le risposte…

Cambiare si può!

Federalismo fiscale e ICI

Beh, chi non è almeno un po’ felice della promessa, ribadita anche nel dopo elezioni, di eliminare l’ICI? Ma vorrei proporvi due piccole riflessioni. L’ICI viene incassata dai Comuni, anzi è la loro maggiore entrata, ed entrata certa.

Prima riflessione, facile facile. Berlusconi si fa “bello” (ma rimane nano!) con i soldi di altri. Bella forza. La coperta rimane corta, toglie soldi ai comuni e come pensa che possano fare? Davvero tagliando gli sprechi? Perché se è così, vuol dire che oltre la metà del bilancio dei comuni è sprecato, e onestamente non credo si possa pensare questo.

Seconda riflessione. Ma non erano quelli che volevano il federalismo? Federalismo nel senso che le tasse e imposte pagate in un territorio devono rimanere su quel territorio. L’ICI è l’imposta più territoriale che esista, visto che è sugli immobili! E se ne occupa lo Stato? Mhm, mi pare un grosso controsenso, ma ci siamo abituati alle “stranezze” (per non dire peggio!) di questa destra, no?

Una proposta seria? Potrebbero unire la voglia di abbassare l’ICI e la voglia di federalismo. Siccome la legge statale che istituisce l’ICI impone la soglia minima di imposizione del 4 per mille sulla prima casa, potrebbero semplicemente eliminare questo limite. I Comuni virtuosi potrebbero così abbassare ulteriormente questo livello, mentre quelli in difficoltà non verrebbero messi in ginocchio.