I due amici strafatti

Gheddafi dimostra di meritarsi profondamente l’amicizia del mezzo-premier italiano: sono entrambi persi in qualche nebulosa…

Il mezzo-premier ci delizia ogni giorno con le sue perle di cazzate e falsità. Il suo amico, invece, è intenzionato a chiedere all’ONU di smembrare la Svizzera tra Italia, Francia e Germania, dimostrando ancora una volta che cosa pensi del diritto di ogni popolo all’auto-determinazione.

Ora attendiamo solo il terzo compagno di funghi allucinogeni: su dalla celtica padania non potranno non gioire per la conquista del Canton Ticino.

Annunci

Meteo e fortuna

Ma fa piacere, eh! Fa davvero piacere non essere abbandonati mai dalla propria compagna di viaggio, la signora Sfiga… Le previsioni del tempo per i prossimi giorni danno pioggia da quando arrivo a quando riparto. Prima e dopo la mia permanenza in Svizzera: sole e temperature primaverili. Durante la mia permanenza: nuvole, pioggia e freddo!

Il giorno che dovrei visitare Zurigo, sabato, ovviamente diluvia. Venerdì sera, dopo il concerto potrei fare due giri sulle rive del lago… ma tanto piove! Domenica non so che cosa hanno programmato di fare, ma… come dubitare che possa piovere?

Di nuovo in viaggio

Ci siamo quasi. Domani a quest’ora sarò sul treno che mi porterà a Zurigo. Venerdì mattina, poi, prenderò un altro treno per arrivare a Frauenfeld dove mi dovrebbero venire a prendere per arrivare finalmente a Steckborn (webcam) sul bellissimo Lago di Costanza. Ma niente paura, lunedì mattina sarò di nuovo a Siena, pronto per andare a votare e poi… a dormire! Già perché viaggiare di notte in treno non è molto riposante, almeno per quanti come me non entrano molto bene nelle cuccette… per lunghezza, è evidente!

Di nuovo in viaggio. Speriamo che come l’anno scorso, sia il primo di diversi tour in giro per il mondo. Come l’anno scorso si profila all’orizzone un altro viaggio in Germania, a Weimar per la precisione, per suonare. Ma i viaggi più belli, lo scorso anno, sono stati i successivi: Barcellona (1, 2), Parigi (1, 2) e Sharm el-Sheikh (1, 2, 3).

Concerti di “MusicaViva”

E si riparte. Manca poco ormai e il treno mi riporterà in Svizzera. Di nuovo solo. Di nuovo di notte. In cuccette troppo piccole per la mia altezza. Di nuovo col gruppo MusicaViva ridotto a tre (viola, fagatto e sax contralto). Zurigo, poi Frauenfeld e finalmente il lago di Costanza. Questa volta mi aspettano ben 2 concerti, ma il programma non è particolarmente impegnativo, o almeno a me non sembra così difficile.

Tra gli altri, suoneremo Take Five, uno standard del jazz davvero bello.

Domenica, per fortuna, avrò la possibilità di guardare un po’ i dintorni del lago e spero anche Zurigo.