Prima edizione del “Rally Strade Bianche”

Dopo lo straordinario successo dell’edizione 2016 del Gran Fondo Strade Bianche, si pensa di bissare l’evento con un “Rally Strade Bianche“.

Il percorso è ormai pronto.

Dopo anni di preparazione, il Raccordo Autostradale Firenze-Siena (meglio conosciuto anche come Autopalio) è quasi completamente libero da tracce di asfalto. Finalmente!

siena-firenze4GP650

Annunci

Bomba d’acqua

È un termine un po’ abusato negli ultimi tempi, ma è davvero quello che ha colpito stamani il parabrezza della mia auto.
Stavo percorrendo la tangenziale di Siena ed ero in fase di sorpasso quando ho visto dall’altra parte della carreggiata alzarsi una gran quantità d’acqua e dopo pochi attimi la mia auto è stata sommersa dall’onda. Pochi decimi di secondo e i miei tergicristalli hanno ripristinato la visibilità, ma sono stati attimi davvero lunghi. Non è stata un’esperienza per niente piacevole, posso assicurarlo.
In quelle condizioni l’unica cosa da fare, credo, è stare calmi, proseguire la traiettoria già impostata e aspettare che tutto finisca. Ma certo potrebbe essere causa di incidente!!
Questo racconto, è solo per dire lo stato di abbandono in cui versa la Siena-Firenze.
Quello che dovrà fare la prossima giunta comunale è una politica dei trasporti finalmente seria e al adeguata alle necessità dei cittadini. Ora che finalmente l’aeroporto non è (dovrebbe?) più oggetto di investimenti da parte delle amministrazioni pubbliche, l’attenzione dovrebbe spostarsi sulle strade comunali, le strade di grande comunicazione e soprattutto sulla ferrovia. Quest’ultima è stata abbandonata per troppo tempo, è ora di entrare nel terzo millennio!

Scritto con WordPress per Android

Siena-Firenze senza buche?

La Siena-Firenze è finalmente in sicurezza!
Da ieri, infatti, è stato chiuso un tratto di carreggiata che presentava un pericoloso avvallamento! Si tratta di un pezzo di strada di circa 300 metri in direzione nord, circa 500 metri prima dell’uscita di Monteriggioni.
A me onestamente un po’ fa ridere questa chiusura… Intanto perché l’avvallamento si estende in realtà anche al resto della carreggiata nord, quindi forse andrebbe chiusa tutta!! E poi adottando questi parametri dovrebbero chiudere tutta la Siena-Firenze!
Mi direte “ma non ti va bene nulla!” Beh forse è vero, non mi va bene nulla, ma quando penso a tutti i soldi sprecati nel giocattolino ciucciasoldi di Ampugnano o che hanno provato (in realtà per un po’ ci sono anche riusciti e comunque non è sicuro che non ci riproveranno) a farci pagare 1 euro per una strada in questo stato mi sale una gran rabbia.
Senza l’idea malata di avere un aeroporto a pochi km dalla città avremmo potuto avere collegamenti efficienti con il Galilei di Pisa!!

In ogni caso, vedremo per quanto tempo rimarrà chiuso il tratto di strada e se effettivamente faranno un buon lavoro!
Intanto vorrei proporre un gioco a premi (mica si vince nulla, eh!!): qual’è il tratto più lungo della Siena-Firenze senza la presenza di buche?

Scritto con WordPress per Android

VAI

Si chiama VAI (Viabilità Anas Integrata) è il nuovo servizio di Anas per verificare il traffico delle strade di sua competenza.

Su un moshup del Google Maps, Anas inserisce i dati di rallentamenti, incidenti, lavori in corso, con un ritardo di appena 3 minuti. Diventa così molto più facile preparare i propri viaggi.

Un simile servizio è disponibile anche su Google Maps, e permette di vedere la situazione del traffico nelle principali città degli Stati Uniti, del Regno Unito, della Francia e della Cina.

[fonti: oneauto.it e PI]

Nausea in curva

Chi come me è cresciuto sulle curvose strade di collina, non ha certo di questi problemi. Gli anni delle superiori, in particolare, mi hanno regalato 36km di curve giornaliere. Non è certo un record, ma sicuramente un’ottima vaccinazione al mal d’auto.

Ma si sa, i “cittadini” spesso hanno problemi a percorrere in auto o in pullman strade con molte curve. Abituati alle loro noiose dritte, svengono di fronte a qualche doppia curva.

La miglior soluzione è sempre stata quella di sedersi al posto di guida, ma quando non è possibile, alcuni suggerimenti possono alleviare il peso del viaggio e salvare, magari, il week-end.