AperiLista Sì Toscana a Sinistra con conferenza stampa

Ricevo da Comitato Senese Altra Europa con Tsipras

fattori-presidente

icona-orario Lunedì 13 aprile alle ore 19
icona-luogo presso Cacio & Pere a Siena

Presentazione del logo e della lista
Sì – Toscana a Sinistra
Annunci

L’Altra Europa si ritrova a cena

Ricevo dal Comitato Senese L’Altra Europa

Cena a Sorpresa

Sabato 13 settembre alle ore 20
cena di finanziamento
al circolo Arci di Ginestreto
con menu a sorpresa

 

 

Per prenotarsi, telefonare a Andrea Borgna 0577.355554, 347.5410615 o scrivere a andrea.borgna50@gmail.com o a sienapertsipras@gmail.com

Contributo minimo a persona: 10€

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/494919490610632/

Il candidato contro l’austerity

image

«[…]Sono il candidato di ogni cittadino europeo che combatte contro l’austerity, indipendentemente dal voto che questo cittadino esprime alle elezioni politiche nazionali e indipendentemente da dove questo cittadino vive».

Leggi qui l’intervista ad Alexis Tsipras

16 ottobre 2013 – Segnalazioni

Vendola-D’Alema 2-0

Per la seconda volta, D’Alema vorrebbe presentare nella “sua” Puglia un candidato molto centrista, e per la seconda volta la NON sua Puglia gli dice che non se ne può più di una sinistra che si arrende al centro, che non se ne può più del grande politico con i baffi.

Ora sarebbe il caso che in tutta Italia si seguisse l’esempio della Puglia… l’Italia non è dei capi partito, l’Italia non è proprietà del governo, è l’esatto contrario, gli diamo lo stipendio e sarebbe il caso di svegliarci e licenziarne qualcuno, visto che è evidente che non sappiano fare il loro mestiere, per non dire che non fanno proprio gli interessi “dell’azienda”.

“Non servono i contenitori ma un progetto di unità sociale” (Cannavò)

Questo intervento di Salvatore Cannavò di Sinistra Critica non mi dispiace:

Per questo proponiamo una grande discussione pubblica, anche aspra se necessario, per fare un bilancio serio delle esperienze, un ragionamento non episodico sulla società italiana e una riflessione adeguata sulle prospettive strategiche.

Allo stesso tempo, proponiamo di declinare il bisogno di unità, che esiste ed è reale, sull’unico piano in cui può avere efficacia, quello sociale. Da qui la proposta a tutte le sinistre, politiche, sociali, sindacali, di realizzare una Campagna unitaria e permanente contro il Razzismo e la Crisi in grado di cogliere la connessione tra razzismo istituzionale, sfruttamento dei migranti, licenziamenti e peggioramento di vita dei lavoratori e delle lavoratrici. Il caso delle Ronde, i respingimenti, il razzismo quotidiano esigono un sussulto su questo fronte e soprattutto esigono di mettere in relazione migranti e lavoratori/trici non migranti, in una unità di classe che oggi sembra una chimera.

Sarebbe bello poter riunire le varie sinistre su un terreno comune, dare concretezza alle proposte. Lottando tutti insieme per gli stessi bisogni potrebbe essere più facile capire che l’avversario politico è dall’altra parte e non è il “vicino”!