Il salto del marchio

C’era da aspettarselo, ed in effetti lo scorso fine settimana, parlando con mio padre, ci eravamo detti certi che alla fine quella norma tanto contestata da tutto il mondo del farmaco sarebbe scomparsa. E così è stato! Nel dl della Spending Review, in questi giorni in votazione al Senato, è subito stata espulsa la norma che pretendeva che i medici scrivessero sulle ricette soltanto il principio attivo senza il nome del farmaco ben più conosciuto e costoso. Sarebbe stato un bel risparmio per il settore sanitario e anche per le tasche dei cittadini, e per questo è saltato.

Annunci

E adesso che governi…

Ha preso la maggioranza sia al Senato che alla Camera? Ok, adesso ha il compito di governare, di attuare il suo programma elettorale, ha parlamentari fedelissimi, adesso. Non potrà certo continuare a giustificarsi perché qualcuno gli impedisce di attuare tutte le sue riforme.

E mi sembra anche inutile andare alle elezioni a marzo, come continua a dire la Lega, hanno la maggioranza, no?

Vedremo cos’è capace di fare…

29 luglio 2010 – Segnalazioni

Argomento scontato quello di oggi, dopo che ieri Berlusconi ha anticipato che oggi avrebbe chiuso con Fini. E la domanda finale è: quanti onorevoli seguiranno il presidente della Camera e quanti, invece, per codardia o per altra convenienza rimarranno con la maggioranza?