Le vere finalità del condannato Berlusconi

A poche ore dall’udienza che oggi (10 aprile) deciderà se il condannato Berlusconi sarà assegnato ai servizi sociali o ai domiciliari, l’ex premier ammette in una memoria consegnata dai suoi difensori che gli attacchi ai magistrati erano mossi essenzialmente dalle «sole finalità politiche ed elettorali», e non mossi da animosità diretta e personale verso i giudici. (fonte Il Giorno)

Ora mi auguro che almeno qualcuno dei suoi elettori cominci a riflettere su tutte le altre affermazioni: se gli attacchi ai magistrati “comunisti” avevano solo finalità politiche ed elettorali, forse anche il famoso milione di posti lavoro era una cavolata simile e così via con tutte le altre cavolate con cui ha riempito i giornali negli ultimi 20 anni?

Annunci

Marmaglia

La storia dei Ministeri al nord, prima dichiarata come se fosse una decisione ormai presa in CdM e poi immediatamente smentita, dimostra di nuovo quanto sia incompetente questa marmaglia che si fregia di titoli quali Onorevoli, Ministri e Premier.

Sanno fare soltanto promesse, da 16 anni, solo e soltanto promesse. I Napoletani alle ultime sparate di Berlusconi, tipo lo stop alla demolizione delle case abusive (che suona come uno stop alla legalità!), non si son lasciati imbambolare, perché intendiamoci, il 38% per Lettieri al primo turno è davvero ben poca cosa dopo il disastro del centro sinistra di questi ultimi anni.

In ogni caso, ancora una settimana e vedremo se queste nuove promesse (e quelle che arriveranno prima di sabato) imbamboleranno gli italiani in vista del ballottaggio.