5 giugno 2013 – Segnalazioni

Han vinto tutti

Come al solito, tutti vincitori. Monti è soddisfatto perché in 50 giorni e perché partivano da zero (il contributo di UDC e FLI non si conta?). Berlusconi ha fatto una rimonta clamorosa, per cui è soddisfatto. Bersani ha vinto alla camera, il 55% dei seggi a fronte di circa il 30% dei voti, mica male!

Beh, Ingroia forse ha perso, ma colpa del PD…mai che sia colpa propria. Forse avessero ascoltato il movimento che stava nascendo intorno a Cambiare si può poteva andare diversamente.

A Maroni tanto basta la Lombardia,  che gli frega dell’Italia. E Grillo, beh, può ben dire di aver vinto.

Leghisti

Il Corriere di Siena, su facebook, ieri, chiedeva:

Bossi è pronto a portare il popolo in piazza, anche Bersani è pronto per farlo. Voi con chi scendete?

Bossi, poche ore prima del verdetto della Corte, aveva detto: «Se la Consulta boccerà il Lodo entreremo in funzione trascinando il popolo»

Dopo una prima risposta scherzosa, visto che la discussione stava assumendo toni seri, ho detto anch’io la mia:

Va beh, mi pare che la cosa venga presa sul serio… Bossi per quello che ha detto in questa occasione, come in tante altre, in un paese normale sarebbe già stato costretto a dimettersi (come minimo!). Parla tanto di secessione e federalismo poi però gli piace sedere sulle poltrone del Parlamento e del Governo Italiano. Come mai?
Aprite gli occhi! Vi sta prendendo soltanto in giro!!

In un secondo intervento, poi tra le altre cose, avevo sostenuto che

E poi, prima di andare con la Lega….io mi impiccherei!

In serata ricevo un messaggio, sempre su facebook, di un tal Maurizio Montigiani, niente-popo’-di-meno-che il “Consigliere Nazionale Lega Nord-Toscana” mi scrive (quale onore….), facendo riferimento ai commenti che avevo pubblicato (non mi interessa se il consigliere non voleva rendere pubblica questa mail, visto che l’ha mandata a me, io posso farne ciò che voglio):

quale sarebbe il senso del tuo ragionamento: le forze politiche che auspicano il federalismo non dovrebbero sedere in Parlamento ancorchè elette? Dovrebbero risquotere solo i parlamentari di sinistra?
Ma che discorsi so’?

Vogliamo lasciar perdere gli errori grammaticali? Ma no, analizziamoli. Magari l’accento di “ancorchè” è facile da sbagliare (nel caso, però,  sarebbe “ancorché”), ma quella q… caro Consigliere, non conosco il tuo (lui mi ha dato del tu!) grado di istruzione, ma mi pare un errore un po’ grave, si scrive “riscuotere”, con la c. Poi il toscanismo di “Ma che discorsi so'” va beh. Comunque un suggerimento ce l’avrei. Passando a Firefox, il browser ha la funzionalità di correttore ortografico, magari la prossima volta, qualche errore in meno.

La mia risposta:

Mi basterebbe un po’ di coerenza, se una forza lotta per disgregare uno stato (visto che parla apertamente di secessione!) no, non dovrebbe concorrere alle elezioni.
Qui non si parla di sinistra o destra, si parla di una forza che è totalmente fuori dalla Costituzione, si parla di un segretario che anche ieri ha promesso che avrebbe portato il popolo in piazza per fare una guerra civile, e questo sarebbe reato!
Che discorsi sono quelli della Lega?!?!
Delle due l’una, o la Lega riconosce la Repubblica una e indivisibile (quindi smette di sbandierare la secessione e smette di bruciare la bandiera italiana, anzi, come dice il segretario, di pulircisi il c..o, e anche questo sarebbe reato) oppure sta fuori dal Parlamento e fa la sua “bella” secessione.
Il problema è che Bossi e compagnia, quando parlano di federalismo, fanno tante chiacchiere e basta, solo chiacchiere e un po’ di ampolle del Po, fine.

Che poi, tanto tanto, i “padani”, ma i toscani che votano Lega, cioè votano una forza che vuole dividere la padania (e la Toscana non fa proprio parte della padania) dall’Italia… che c’azzeccano? Non l’ho mai capito!

Denunciamo Bossi

Basta, farsi prendere per il culo anche da Bossi, non ci sto!

Io non amo certo l’Inno di Mameli, quel “Siam pronti alla morte / L’Italia chiamò” non mi va giù. Ma esser preso per il culo da Bossi è tutto un altro discorso.

Bossi andrebbe denunciato! E cacciato dal parlamento italiano. E a farlo dovrebbero essere gli stessi suoi elettori, presi per il culo più del resto degli italiani. Il verdano urla, sbraita, ma il culo sul seggiolone a Roma è riuscito a mettercelo sempre! Uguale uguale ai democristiani! Prima urla contro i privilegi dei parlamentari, contro l’immunità e poi a settembre voterà la sua reintroduzione. Prima urla contro Roma Ladrona e poi fa togliere l’Iva sulle prime case, l’unica imposta locale, l’unica che finanzia i comuni!

Cari “padani” se non foste così stupidi, l’avreste già mandato a spalare merda, ma purtroppo…

La semplificazione…

Ministro alla Semplificazione! Lo voglio ripetere ancora. Ministro alla Semplificazione! Non riesco a capire. Ministro alla Semplificazione!

Ma che vuol dire? Sì, sì, dovrebbe semplificare la normativa italiana, ma non puoi dare un incarico del genere ad uno che fatta una legge (che definire semplice ci vuol tanto coraggio visto il meccanismo di elezione del senato) la definisce subito una porcata! Ma poi se di semplificazione ce n’è bisogno cominciamo subito, invece di 21 ministeri (con invenzioni fantastiche come, appunto, questo della semplificazione) era meglio averne 12+4 come prevede la legge! Anzi, la legge prevede un limite massimo, il nano ridens poteva benissimo semplificare ancora di più…

E poi quelli della Lega hanno anche il coraggio di dire che non sono interessati a poltrone… si son fatti fare un ministero ad hoc pur di avere un seggiolone per il porcato (in quanto dotato di porco che porta a spasso al guinzaglio) sedere calderoliano.