La risposta

Ormai tutti conosciamo perfettamente le parole che Berlusconi (con l’aiuto di una traduttrice!!) ha detto ad Obama.

Ma la risposta di Obama? Pare sia stata…

Obama: Ti capisco, e per dimostrarti la mia vicinanza, comprerò casa in Italia!
Berlusconi: Davvero? Potrei consigliarti diverse ville…
Obama: Grazie, mi hanno già consigliato di prendere casa a Milano, nel quartiere di Sucate, in via Giandomenica Puppa!!

All’asilo

Tutti i tg e i quotidiani hanno dato grande risalto ad un bambino che ieri si è rivolto al maestro per lamentarsi di alcuni bimbi che gli volevano rubare il leccalecca.

Il maestro, pazientemente, gli ha risposto che prima di lamentarsi dovrebbe restituire tutti i giochi rubati agli altri bimbi…

Il New York Times e la reputazione italiana

New-York-Times_01«Tradizionalmente è l’ospite a dettare tono, tema e agenda di questi incontri ma il premier italiano, Silvio Berlusconi, ha speso gran parte delle sue energie, nelle ultime settimane, a cercare di eludere le accuse pubblicate dalla stampa sulle sue frequentazioni con escort e minorenni. “Showmanship”: forse. Leadership: no» (Corriere della Sera) Una frase del genere non lascia molto scampo alla fantasia: una voce importante come il The New York Times non considera Berlusconi all’altezza (e non facciamo le solite battute sulla sua statura…!) del compito, il G8 è una cosa seria e lui è invece un clown, uno showman.

Insomma, il resto del mondo è preoccupato per la crisi e siccome il nostro premier (questa parola mi fa orrore, e soprattutto quel pronome ‘nostro’… in questo caso vorrei vivere in un altro paese…) è tutta una buffonata, lo vedono adatto per quando c’è da rallegrare una festa (insomma… rimandiamolo sulle navi da crociera!), ma non quando c’è da risolvere i problemi.