Ne vogliamo discutere?

proxy?url=http%3A%2F%2F1.bp.blogspot.com%2F-EXpWHqVj0C8%2FUY0ZJYPVOVI%2FAAAAAAAAAEM%2Fd5y0zQVW0ik%2Fs1600%2Fne%2Bvogliamo%2Bdiscutere%2B-%2B2.jpeg&container=blogger&gadget=a&rewriteMime=image%2F*

Con il governo Letta è nato il governo Napolitano secondo: un governo politico del presidente, di larghe intese PD-PDL, in continuità con il governo Monti, frutto di un devastante mutamento di “regime politico”.

Diventa così più che mai evidente come, per il gruppo dirigente del PD, Berlusconi non sia mai stato un reale problema, mentre lo è per milioni di elettori.

Mai come oggi infatti questione democratica e questione sociale ed economica appaiono intimamente connesse, poiché è proprio la democrazia ad essere sempre più incompatibile con i diktat delle politiche liberiste europee.

Il Parlamento è messo fuori gioco sia per la crisi dei partiti, sia perché l’agenda Monti non deve subire intoppi: Napolitano risponde al “pilota automatico” della Troika europea.

Letta, membro della Trilateral e fondatore di Vedrò, è perfetto a questo scopo, con il PD come massimo garante del quadro.

E’ cancellato così anche l’esito delle elezioni, che conteneva un enorme domanda di cambiamento.

Questo stato di cose è accettabile da chi in questi anni si è mobilitato contro il berlusconismo? È accettabile per chi ha difeso la Costituzione da stravolgimenti autoritari nel referendum del 2006, per chi ha lottato per i beni comuni e i diritti sia nelle piazze che con il voto referendario e amministrativo del 2011?

Le mobilitazioni di queste ultime settimane in favore della candidatura Rodotà ci suggeriscono di no. C’è un’Italia che non può più aspettare e può mobilitarsi per tenere insieme lavoro, reddito, diritti e democrazia. E’ l’Italia che sarà il prossimo 18 maggio a Roma alla Manifestazione promossa dalla FIOM.

La fine di questo equivoco ventennale del centrosinistra è una grande occasione da cogliere per costruire, con gli strumenti della partecipazione, un’alternativa in nome della Costituzione.

proxy?url=http%3A%2F%2F3.bp.blogspot.com%2F-GaZAYzJ0KJM%2FUY0Zz29B-9I%2FAAAAAAAAAEc%2F1Pph_wKIOgo%2Fs1600%2Ffacciamolo%2Binsieme.jpeg&container=blogger&gadget=a&rewriteMime=image%2F*

incontriamoci in ASSEMBLEA CITTADINA

GIOVEDÌ 16 MAGGIO

ALLE ORE 21.00

SALETTA CNA
COLLE VAL D’ELSA

VIA DELLO SPUNTONE, N.8

www.soggettopoliticonuovo.italbasiena.blogspot.com

Annunci

Cambiare si può a Siena

Cambiare si può!Giovedì 13 dicembre alle ore 20.30 si terrà presso LA CORTE DEI MIRACOLI (ex Ospedale psichiatrico) in via Roma 56 – Siena l’Assemblea provinciale di“CAMBIARE SI PUO’. NOI CI SIAMO!” . Questa assemblea rappresenterà l’incontro preparatorio in vista dell’Assemblea regionale indetta da “CAMBIARE SI PUO’. NOI CI SIAMO!”  per  sabato 15 dicembre alle ore 15.00 presso il Circolo Il Progresso, via Vittorio Emanuele II, 135, Firenze.

Sono invitati tutti coloro che hanno già aderito all’appello “Cambiare si può!”, singoli, associazioni,  comitati,  soggetti sociali e politici che si riconoscono nel progetto e vogliono dare il loro contributo alla costruzione di una Lista Alternativa alle elezioni del 2013.

Contatti:
Pagina facebook di Cambiare si può – Siena www.facebook.com/CambiareSiPuoSiena
Assemblea preparatoria di Siena: www.facebook.com/events/302631883188385/
Indirizzo e-mail: cambiaresipuosiena@gmail.com
Twitter: @cambiaresipuosi

ALBA Siena – Incontro Pubblico

Immagine

 

Vi invitiamo a partecipare al prossimo incontro di ALBA_ Alleanza Lavoro Benicomuni Ambiente (nodo territoriale di Siena) (www.soggettopoliticonuovo.it) che si terrà

GIOVEDi 17 MAGGIO, ore 21
presso CIRCOLO CITTA’ DOMANI
via Aretina 61 (fuori porta Pispini)

Sarà l’occasione per discutere il percorso di ALBA dopo la riunione del Coordinamento nazionale provvisorio che si è costituito sabato 12 maggio a Roma
Per confrontarci con il Circolo Città Domani.
Per avviare rapporti con altre realtà del territorio
Per cominciare a creare gruppi di lavoro su singoli temi in vista dell’elaborazione di un contributo senese alla “2 giorni” di fondazione di ALBA prevista in giugno.
Per discutere della situazione poltica senese
…..

Diffondete l’invito e, se non l’avete ancora fatto, leggete (e poi firmate) il manifesto per un soggetto politico nuovo (www.soggettopoliticonuovo.it)
VI aspettiamo

Daniela Passeri
Pietro del Zanna
Coordinatori provvisiori del nodo territoriale di Alba a Siena

ALBA è su Facebook

Assemblea per un Soggetto Politico Nuovo

SABATO 28 APRILE A FIRENZE

Ridotto del MANDELAFORUM- viale Paoli
dalle 10.30 e le 17.30

PRIMO INCONTRO NAZIONALE

Manifesto per un Soggetto Politico Nuovo
ASSEMBLEA PLENARIA- ORE 10.30-15.30

10.30-12.45 IL NOSTRO PROGETTO

Ore 12.45- Proposte ( nome, coordinamento)

13.00 – 15.15 COSTRUIAMO UN’ALTRA ITALIA-
contenuti e modalità di strutturazione/organizzazione

15.15 CONCLUSIONI 

METTIAMOCI AL LAVORO- GRUPPI- ore 15.30-17.30

15. 30- 17.30 l’assemblea si divide in tre gruppi:

  • CONTENUTI
  • SRUTTURAZIONE SUL TERRITORIO
  • COMUNICAZIONE E UTILIZZO DEGLI STRUMENTI WEB

 

 

È un primo appuntamento che per la ristrettezza dei tempi di organizzazione non può essere svolto con tutte le modalità di partecipazione avanzate previste nel Manifesto . Questo sarà il nostro impegno per la 2 giorni di giugno.

NON sarà un convegno, NON sarà una conferenza o un congresso ma, coerentemente con il metodo proposto nel Manifesto, sarà un’assemblea aperta.

Manifesto x un Soggetto Politico Nuovo

 

www.soggettopoliticonuovo.it

Twitter

Facebook

ComunistiUniti di Siena, si parte

Si è svolta questa sera la prima riunione del comitato dei firmatari di Siena dell’appello “ComunistiUniti“.

Non eravamo certo tanti, ma eravamo! Alcuni dei Comunisti Italiani, altri di Rifondazione, altri non iscritti. Italiani e Argentini, atei e cattolici, tutti con una luce negli occhi, con una speranza di non vedere anche questa occasione perdersi, con la speranza di costruire un mondo diverso, un altro mondo è possibile, per noi, per le persone che amiamo, per i nostri figli e per i nostri nipoti!

A tutti i compagni, a tutti quelli che non si sentono rappresentati da questo Parlamento, a tutti i compagni che non hanno votato, a tutti quelli che non sono comunisti ma che vedono l’Italia andare di corsa verso il baratro, provate a dare una possibilità a questo progetto, partecipate alla prossima assemblea ovunque sia casa vostra, partecipate. Altrimenti con che coraggio da domani continuerete a criticare la situazione politica/economica/sociale italiana, con quale diritto se non avrete fatto nulla per cambiarla?