Assemblea Pubblica di Alba a Siena

Il Nodo Alba_Siena si riunirà venerdì 24 gennaio alle ore 21 presso il Circolo Città Domani – via Aretina 61 – Siena.

L’incontro nasce con l’obiettivo di discutere a proposito dell’Appello per la costituzione di lista della società civile in vista delle elezioni europee che candidi Alexis Tsipras alla Presidenza della Commissione di Bruxelles.

La riunione verterà inoltre sulle elezioni per le consulte cittadine, la preparazione all’Assemblea Nazionale di ALBA – Allenza Lavoro Benicomuni Ambiente.

Per maggiori informazioni e contatti, è disponibile il nostro sito web http://albasiena.blogspot.it/

29 novembre 2013 – Segnalazioni

21 maggio 2013 – Segnalazioni

20 maggio 2013 – Segnalazioni

Segnalo una bella occasione di parlare di politica: Marco Revelli il 22 maggio a Siena

14 maggio 2013 – Segnalazioni

"Chiarezza su ciò che è avvenuto […] è più che evidente che non potranno farlo né Valentini che ha appena ottenuto l’endorsement di Ceccuzzi […] e che è il candidato del Monaci che faceva parte del gruppo di potere che ha comandato in città fino a ieri e che è il capo di quel Gabriello Mancini che ha sfasciato la fondazione, nè il Neri (che è il candidato dell’altro Monaci e di quel PDL che è stato il compiacente alleato, con Verdini ed il gruppo dirigente senese, di Ceccuzzi). Per loro sarà impossibile; loro sono stati scelti per coprire non per scoprire la verità. Solo un sindaco nuovo del tutto e non compromesso con il passato regime può farlo." [Sinistra per Siena – Circolo Città Domani]

Ne vogliamo discutere?

proxy?url=http%3A%2F%2F1.bp.blogspot.com%2F-EXpWHqVj0C8%2FUY0ZJYPVOVI%2FAAAAAAAAAEM%2Fd5y0zQVW0ik%2Fs1600%2Fne%2Bvogliamo%2Bdiscutere%2B-%2B2.jpeg&container=blogger&gadget=a&rewriteMime=image%2F*

Con il governo Letta è nato il governo Napolitano secondo: un governo politico del presidente, di larghe intese PD-PDL, in continuità con il governo Monti, frutto di un devastante mutamento di “regime politico”.

Diventa così più che mai evidente come, per il gruppo dirigente del PD, Berlusconi non sia mai stato un reale problema, mentre lo è per milioni di elettori.

Mai come oggi infatti questione democratica e questione sociale ed economica appaiono intimamente connesse, poiché è proprio la democrazia ad essere sempre più incompatibile con i diktat delle politiche liberiste europee.

Il Parlamento è messo fuori gioco sia per la crisi dei partiti, sia perché l’agenda Monti non deve subire intoppi: Napolitano risponde al “pilota automatico” della Troika europea.

Letta, membro della Trilateral e fondatore di Vedrò, è perfetto a questo scopo, con il PD come massimo garante del quadro.

E’ cancellato così anche l’esito delle elezioni, che conteneva un enorme domanda di cambiamento.

Questo stato di cose è accettabile da chi in questi anni si è mobilitato contro il berlusconismo? È accettabile per chi ha difeso la Costituzione da stravolgimenti autoritari nel referendum del 2006, per chi ha lottato per i beni comuni e i diritti sia nelle piazze che con il voto referendario e amministrativo del 2011?

Le mobilitazioni di queste ultime settimane in favore della candidatura Rodotà ci suggeriscono di no. C’è un’Italia che non può più aspettare e può mobilitarsi per tenere insieme lavoro, reddito, diritti e democrazia. E’ l’Italia che sarà il prossimo 18 maggio a Roma alla Manifestazione promossa dalla FIOM.

La fine di questo equivoco ventennale del centrosinistra è una grande occasione da cogliere per costruire, con gli strumenti della partecipazione, un’alternativa in nome della Costituzione.

proxy?url=http%3A%2F%2F3.bp.blogspot.com%2F-GaZAYzJ0KJM%2FUY0Zz29B-9I%2FAAAAAAAAAEc%2F1Pph_wKIOgo%2Fs1600%2Ffacciamolo%2Binsieme.jpeg&container=blogger&gadget=a&rewriteMime=image%2F*

incontriamoci in ASSEMBLEA CITTADINA

GIOVEDÌ 16 MAGGIO

ALLE ORE 21.00

SALETTA CNA
COLLE VAL D’ELSA

VIA DELLO SPUNTONE, N.8

www.soggettopoliticonuovo.italbasiena.blogspot.com