Siena smart city?

E’ uscita oggi la nuova classifica delle città più smart d’Italia e in molti quotidiani hanno posto l’accento sul tracollo di Roma, passata dalla posizione 12 dello scorso anno alla posizione 21 di quest’anno.

[Fonte: Repubblica.it]

[Fonte: Repubblica.it]

La capitale è passata da un punteggio di 519,54 punti del 2014 a 511,48 perdendo 8 punti in questo speciale rating.

E Siena?
Negli ultimi 2 anni si è fatto un gran parlare di Smart City in città. Tutto doveva essere volto a rendere Siena una città all’avanguardia, una smart city, appunto.
Allora cosa c’è di meglio che valutare i progressi fatti attraverso questo rating?

La classifica è disponibile per gli anni 2013, 2014 e 2015.

In tre anni, si è passati da un punteggio di 449,51 del 2013 a 495,24 di quest’anno. Beh, un incremento del 10% non è male.
Ma nel 2013 Siena occupava la 13° posizione e nel 2015 la 31°, passando per il 24° posto nel 2014!

icityrate-classifica-siena

In effetti, il punteggio medio di tutte le città è passato da 358,54 punti nel 2013 a 429,18 con un incremento di quasi il 20%! Come dire che Siena ha perso per strada il 10% del punteggio ottenuto nel 2013.

Nei 3 anni fotografati dalla serie storica dell’iCityRate, c’è stato un continuo scivolamento della città verso il basso. E’ vero, il punteggio ottenuto è di anno in anno cresciuto, ma in misura troppo lieve per poter competere con le altre città.

In tre anni, Siena è stata superata in classifica da Modena, Padova, Trieste, Brescia, Forlì, Verona, Udine, Mantova, Bergamo, Pisa, Rimini, Roma, Cremona, Monza, Piacenza, Pordenone, Ancona, Ferrara e Vicenza.

Annunci

Sanità, a Siena la censura non ferma l’assemblea

Diffondo volentieri il comunicato stampa degli organizzatori dell’assemblea pubblica di questa sera. Trovo quantomeno deplorevole il comportamento della Pubblica Assistenza!

La Pubblica Assistenza decide di negare la sala agli organizzatori dell’iniziativa sul referendum sulla sanità Toscana.

Il dibattito sulla sanità è confermato e si terrà lunedì 7 settembre alle ore 21.00 a Palazzo Patrizi.

Siamo un gruppo di cittadini che ha chiesto alla Pubblica Assistenza di Siena l’affitto della sala di viale Mazzini per organizzare un dibattito pubblico sulla legge di riordino della sanità pubblica in Toscana.

volantino assemblea 7 settembre Sala Patrizi

In un primo momento la sala ci è stata concessa a patto che nella comunicazione non comparissero simboli di partito. Successivamente, però, quando è comparso sul web l’invito al dibattito, la Pubblica Assistenza ci ha negato l’affitto della sala perché si tratterebbe di un’iniziativa “politica”. Eppure sui volantini e sugli inviti da noi diramati non è presente alcun simbolo di partito né alcun riferimento ad essi. Anche perché è nell’intenzione degli stessi organizzatori dell’iniziativa mantenere una certa equidistanza dai partiti.

La Pubblica Assistenza adduce quale motivazione il suo statuto “apolitico”.

Siamo di fronte ad un caso di censura.

Evidentemente l’argomento specifico – la possibilità di creare anche a Siena un comitato promotore per un referendum abrogativo sulla legge di riordino della sanità pubblica in Toscana – non piace.

Ci chiediamo quali siano a Siena gli spazi per la cittadinanza per occuparsi della “cosa pubblica” fuori dai circoli della politica dei partiti. Non è la prima volta che ci troviamo davanti a simili ostacoli.

In realtà, in questa città non mancano gli spazi per organizzare iniziative politiche, manca l’apertura.

Noi pensiamo che ogni occasione di confronto e dibattito pubblico su temi che riguardano da vicino la vita delle persone – e la sanità pubblica è uno di questi – può essere un momento di crescita per tutti, che si sia d’accordo o meno nel merito.

Noi andiamo avanti e non rinunciamo a riunirci per discutere. Ci vediamo lunedì 7 settembre alle ore 21.00 a Palazzo Patrizi.

Per la Sanità Pubblica, si mobilitano i cittadini di Siena.

Ricevo e volentieri pubblico l’invito all’Assemblea Pubblica per la costituzione di un comitato senese che segua la raccoltà firme e la campagna referendaria contro la brutta legge regionale n.28/15 fortemente voluta dal Governatore Rossi: “Disposizioni urgenti per il riordino dell’assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale

SIENA SI MOBILITA PER IL REFERENDUM SULLA SANITÀ TOSCANA

Lunedì 7 settembre

Ore 21.00

ASSEMBLEA PUBBLICA
presso la PUBBLICA ASSISTENZA di SIENA

Viale Mazzini, 95, Siena

Sarà presente il Dott. Giuseppe Ricci di Arezzo, tra i promotori della campagna referendaria

Si tratta di un incontro promosso da cittadine e cittadini per costituire un Comitato Senese sulla Sanità Toscana per il SI all’abrogazione della riforma sulla sanità e avviare la campagna di raccolta firme.

 

*Invitiamo alla massima partecipazione e diffusione!*

Facciamo girare questo invito!

assemblea 7 settembre Sanità Pubblica a Siena

Qui l’evento facebook da condividere

 

Ecco il resoconto di un primo incontro di un gruppo di cittadine/i della Provincia di Siena:

Siamo venuti/e a conoscenza della Legge Regionale 28/2015  “Disposizioni urgenti per il riordino dell’assetto istituzionale ed organizzativo del servizio sanitario regionale” che provoca LA CONCENTRAZIONE IN 3 ASL REGIONALI i livelli di programmazione, direzione e gestione dei servizi sottraendoli ad ogni possibile controllo o influenza da parte delle comunità locali e dei sindaci.

Riteniamo che il vero obiettivo politico (non espresso) sia quello di ridurre ulteriormente il finanziamento del servizio sanitario pubblico per mezzo di un taglio drastico del personale sanitario (infermieri e medici  soprattutto), pari a circa il 10 % in meno in tutta la Toscana, con il  conseguente aumento  delle liste di attesa e  diminuzione della qualità dei servizi, che, associato a ticket sempre più costosi, spingeranno molti pazienti a rivolgersi a servizi offerti da privati;

Pensiamo che tali politiche di de-investimento nel settore sanitario pubblico violi  il diritto per tutti  alla salute, tutelato dalla Costituzione, e che tale diritto implichi la prevenzione delle malattie, il rafforzamento dei servizi territoriali e l’integrazione socio-sanitaria, ovvero una politica sanitaria opposta a quella attualmente adottata dalla Regione Toscana

Aderiamo alla raccolta di firme finalizzata al Referendum abrogativo della Legge Regionale 28/2015 e dunque invitiamo cittadini, associazioni, movimenti, e gruppi politici che sostengono  l’iniziativa a riunirsi presso la sala della Pubblica Assistenza di Siena nel giorno 7 settembre alle ore 21 per costituire il Comitato Provinciale per il SI all’abrogazione.

Cambia la Grecia cambia l’Europa

Ricevo dal Comitato Senese L’Altra Europa (sienapertsipras.wordpress.com):

GIOVEDÌ 15 GENNAIO
ore 17:30
Palazzo Patrizi – via di Città 75

Dibattito pubblico sulle elezioni in Grecia del 25 gennaio con la partecipazione degli esponenti di SYRIZA:

  • ARGYRIS PANAGOPOULOS
    del Dipartimento di Politica Europea di Syriza
  • ARGYRIS MARKOU
    del Comitato Centrale di Syriza
  • CHARA’ MATSOUKA ( Χαρά Ματσούκα )
    medico della commissione Sanità di Syriza
    (in collegamento SKYPE dalla sezione Ampelokipoi di Syriza ad ATENE)

Condividi l'evento su facebook

Cambia la Grecia :: Incontro a Siena

ALEXIS TSIPRAS ha un programma molto chiaro:
restare in Europa per cambiare l’Europa.

Il cambio del governo in Grecia può essere l’inizio per rifondare l’Europa sui valori della democrazia, della solidarietà, dell’uguaglianza e dei diritti.

E’ responsabilità di tutti noi sostenere chi vuole ricostruire un’Europa più giusta.

[fonte Cambia la Grecia – Dibattito pubblico]

L’attacco del governo Renzi ai diritti dei lavoratori

dal Comitato Senese l’Altra Europa

Il Jobs Act del Governo Renzi è l’ultimo atto di una serie di leggi sul lavoro che hanno reso precario il lavoro e la vita di milioni di persone, gettando nell’insicurezza ai limiti della disperazione molti lavoratori e gran parte delle giovani generazioni.

VENERDÌ 7 NOVEMBRE
ore 21:00
Palazzo Patrizi – via di Città 75

Ne parleremo con:
Giovanni Orlandini – Professore di Diritto del Lavoro presso l’Università degli Studi di Siena

Sono stati invitati ad esprimere il loro punto di vista dirigenti ed RSU aziendali di sindacati confederali e di base e realtà giovanili impegnate sul tema della precarietà.

Più informazioni

Volantino Jobs Act – 7 novembre

2019si.eu un sito in crash

Ci segnala da giorni il Dr. Iccapot sul suo blog che il sito di Siena Candidata a Capitale Europa della Cultura 2019 (http://www.2019si.eu) è spesso bloccato per un errore database.

Anche in questo momento (ore 09.05 del 12 settembre 2014) la pagina presenta il solito errore nel tentativo di registrare la sessione.

La query è, ad esempio:

INSERT INTO `siena_session` (`session_id`, `client_id`, `time`) VALUES ('oi4n2clpcslscueu4jdl1doh40', 0, '1410503701')

“Sicuramente” dietro la gestione del sito, c’è una squadra di tecnici esperti che stanno alacremente lavorando per risolvere la questione. Tecnici esperti che riceveranno anche un buono stipendio. Oppure Siena2019 ha un contratto con una società che poi ha “assunto” uno/una stagista per occuparsi del sito.

Beh, in ogni caso, un paio di consigli: annullate la registrazione delle sessioni e tiratevi su un ambiente di test per fare un po’ di prove, ché non si fanno esperimenti sul sito in produzione! E approfittate dell’offerta di Aiuto del Dr. Iccapot. Una mano ve la diamo!