5 stelle e la democrazia


Prendo spunto dalla nuova espulsione di un esponente dei 5 stelle da parte di Grillo. Tralascio il caso specifico, dato che dalle notizie trapelate, pare che la questione sia la voglia di candidarsi oltre i 2 mandati che il regolamento 5 stelle non permette di superare. Premesso che legalmente Grillo può farlo, dato che il simbolo e il partito sono suoi, mi chiedo se nei casi più controversi gli anatemi di Grillo verso gli esponenti dei 5 stelle siano stati presi democraticamente dentro il movimento. La risposta che io sappia è no. Ma aspetto smentite!

Ma se la risposta è no, qual’è la democrazia partecipativa di cui i 5 stelle si dicono paladini? Qual’è la differenza tra loro e il PDL, per esempio, in cui il capo sceglie e gli altri eseguono? Solo che dentro i 5 stelle non ci sono i Gasparri e i La Russa? Mi pare poca cosa!

Se capita da queste parti un 5 stelle, per favore, mi spieghi il dilemma, possibilmente in maniera pacata. Perché le regole del movimento sono scelte da un vertice unico e invece vi ammantate di partecipazione democratica? Non sono le regole il luogo dove la democrazia nasce e si forma?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...