Certe notti…certi non capiscono


Ieri sera concertone di Ligabue a Firenze. Davvero una quantità di gente incredibile. A me piace il (come si dice) “vecchio” Liga, quello fino a “Certe notti”, anche se l’ultimo album è davvero bello. E mi è dispiaciuto moltissimo non trovare in scaletta “Caro il mio Francesco” e “Quando mi vieni a prendere”, la prima per ovvi motivi affettivi, la seconda perché mi piace davvero molto.

Ligabue di solito non fa molti pezzi impegnati, ma l’ultimo suo lavoro è sicuramente più sociale di altri. E allora mi stupisce come molti suoi fan (sicuro piacerà anche a gente di destra, non potrebbe altrimenti vendere così tanto, ormai di sinistra ci son sempre meno giovani….) riescano ad ascoltare e cantare una canzone come “Atto di fede”, canzone chiaramente contro il bigottismo delle religioni e soprattutto aperta a qualsiasi religione. E il carattere di spiccata tolleranza della canzone è stato rimarcato anche dal video che accompagnava la musica, in cui la croce cristiana era accompagnata dalla mezza luna araba, dal Taijitu, dal Menorah ebraico, e altri. Mi chiedo come possa uno che ascolta e canta una canzone così votare Lega o inneggiare alla violenza razzista. Ma forse la risposta è molto semplice. Chi vota Lega o è razzista semplicemente non riesce a capire il testo di una canzone, semplicemente non capisce!

Atto di fede

Ho visto belle donne
spesso da lontano
ognuno ha il proprio modo
di tirarsele vicino
e ho visto da vicino
chi c’era da vedere
e ho visto che l’amore
cambia il modo di guardare

ho visto film di guerra
e quelli dell’orrore
e si vedeva bene che non erano invenzione
ho visto mari calmi
e mari tempestosi
e ho visto in sala parto
la potenza delle cose

è tutto scritto
ed è qui dentro
e viene tutto via con me

tu che cosa vedi
tu che cosa vedi
c’è ancora un orizzonte lì con te

di tutta la vita passata questo è il momento
di tutta la vita davanti questo è il momento
vivere è un atto di fede
mica un complimento
questo è il mio atto di fede
questo è il tuo momento

Ho visto tanti giuda
tutti in buona fede
e ho visto cani e porci fatturare a chi gli crede
ho visto la bellezza
che ti spacca il cuore
e occhi come il mare nel momento del piacere

è tutto scritto
ed è qui dentro
e viene tutto via con me

tu che cosa vedi
tu che cosa vedi
c’è ancora un orizzonte lì con te

di tutta la vita passata questo è il momento
di tutta la vita davanti questo è il momento
vivere è un atto di fede
mica un complimento
questo è il mio atto di fede
questo è il tuo momento

E come la vedi la vedi
ma è tutto come la vedi
c’è chi vuol solo passare ad un altro rimpianto

ho visto tanti pezzi per un mosaico solo
e certi giorni ho visto che c’è niente da capire
ho visto solo per come io sapevo
che c’era luce anche nelle notti più cattive

è tutto scritto
ed è qui dentro
e viene tutto via con me

tu che cosa vedi
tu che cosa vedi
c’è ancora un orizzonte lì con te

vivere è un atto di fede
mica un complimento
questo è il mio atto di fede
questo è il tuo momento
e come la vedi la vedi
ma è tutto in come la vedi
c’è chi vuol solo passare ad un altro rimpianto

vivere è un atto di fede
nello sbattimento
questo è il mio atto di fede
questo è un giuramento

Annunci

3 thoughts on “Certe notti…certi non capiscono

  1. Prima del concerto parlavo con Silvia e Adele a proposito del nuovo album di Liga. Ho chiesto a loro due se gli era piaciuto e mi hanno risposto di si. Continuando a parlare ho detto :” certo che quando ascolti QUANDO MI VIENI A PRENDERE ti viene un ansia!” e Silvia mi ha risposto che secondo lei non era vero, allora le ho chiesto se aveva ascoltato le parole e se sapeva di cosa parlava e mi ha detto di no. Destra o sinistra non c’entra nulla se quando uno “ascolta” una canzone non ne capisce il significato. Una persona può pagare dei soldi per andare a vedere il concerto di Ligabue solo perchè lo fanno gli altri e allora è capace sicuramente di votare Lega solo perchè i suoi amici lo fanno.

    • E infatti è questo che mi spaventa. Fare le cose per moda senza però usare un minimo di cervello. Vedo intorno persone che hanno esternalizzato il loro cervello. Guardano la tv e fanno ciò che gli viene detto.
      Ascoltano solo la musica che passa in radio o in tv, senza capire se gli piace veramente. Vestono delle griffe che vedono indosso ai personaggi televisivi, tutti uguali convinti dalle stesse pubblicità di essere unici.
      Son convinti di essere persone e invece sono soltanto zombie.

  2. Pingback: Il senso di giustizia « Morirem Pecore Nere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...