Stefano Cucchi ucciso


Un testimone ha rivelato che Cucchi è stato aggredito in cella per futili motivi. Come poi è finita quella rissa lo sappiamo.

Ci sono sei indagati: tre agenti della polizia penitenziaria e tre detenuti. Mentre Alfredo Proietti, il commissario di polizia peniten­ziaria che sovrintendeva alle celle del tribunale di piazzale Clodio, lascerà il posto nei prossi­mi giorni a un nuovo coman­dante, Costanzo Sacco.

“Non sono in grado di accertare cosa sia successo ma di una cosa sono certo: del comportamento assolutamente corretto da parte dei carabinieri in questa occasione.” Queste le parole del Ministro La Russa dopo due giorni dalla tragedia.

“Stefano Cucchi era in carcere perché era uno spacciatore abituale. Poveretto, è morto – e la verità verrà fuori – soprattutto perché pesava 42 chili.” Queste invece le parole del Sottosegretario Giovanardi.

In un paese normale, il Ministro La Russa e il Sottosegretario Giovanardi, qualora quei tre agenti di polizia venissero giudicati colpevoli per la morte di Stefano Cucchi, dovrebbero immediatamente dimettersi. Ma tanto, come al solito, dobbiamo scontrarci con la dura realtà: non siamo un paese normale e questo governo è composto dalla peggiore classe dirigente che possa esserci, sono tutti molto affezionati al posto fisso, il loro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...