Il New York Times e la reputazione italiana


New-York-Times_01«Tradizionalmente è l’ospite a dettare tono, tema e agenda di questi incontri ma il premier italiano, Silvio Berlusconi, ha speso gran parte delle sue energie, nelle ultime settimane, a cercare di eludere le accuse pubblicate dalla stampa sulle sue frequentazioni con escort e minorenni. “Showmanship”: forse. Leadership: no» (Corriere della Sera) Una frase del genere non lascia molto scampo alla fantasia: una voce importante come il The New York Times non considera Berlusconi all’altezza (e non facciamo le solite battute sulla sua statura…!) del compito, il G8 è una cosa seria e lui è invece un clown, uno showman.

Insomma, il resto del mondo è preoccupato per la crisi e siccome il nostro premier (questa parola mi fa orrore, e soprattutto quel pronome ‘nostro’… in questo caso vorrei vivere in un altro paese…) è tutta una buffonata, lo vedono adatto per quando c’è da rallegrare una festa (insomma… rimandiamolo sulle navi da crociera!), ma non quando c’è da risolvere i problemi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...