Federalismo fiscale e ICI


Beh, chi non è almeno un po’ felice della promessa, ribadita anche nel dopo elezioni, di eliminare l’ICI? Ma vorrei proporvi due piccole riflessioni. L’ICI viene incassata dai Comuni, anzi è la loro maggiore entrata, ed entrata certa.

Prima riflessione, facile facile. Berlusconi si fa “bello” (ma rimane nano!) con i soldi di altri. Bella forza. La coperta rimane corta, toglie soldi ai comuni e come pensa che possano fare? Davvero tagliando gli sprechi? Perché se è così, vuol dire che oltre la metà del bilancio dei comuni è sprecato, e onestamente non credo si possa pensare questo.

Seconda riflessione. Ma non erano quelli che volevano il federalismo? Federalismo nel senso che le tasse e imposte pagate in un territorio devono rimanere su quel territorio. L’ICI è l’imposta più territoriale che esista, visto che è sugli immobili! E se ne occupa lo Stato? Mhm, mi pare un grosso controsenso, ma ci siamo abituati alle “stranezze” (per non dire peggio!) di questa destra, no?

Una proposta seria? Potrebbero unire la voglia di abbassare l’ICI e la voglia di federalismo. Siccome la legge statale che istituisce l’ICI impone la soglia minima di imposizione del 4 per mille sulla prima casa, potrebbero semplicemente eliminare questo limite. I Comuni virtuosi potrebbero così abbassare ulteriormente questo livello, mentre quelli in difficoltà non verrebbero messi in ginocchio.

Annunci

2 thoughts on “Federalismo fiscale e ICI

  1. Nel 2006 a chiusura della campagna elettorale, Berlusconi ci lasciò con la proposta di eliminare completamente l’ICI sulla prima casa.

    Ora, ad aprile 2008, ripropone l’attuazione immediata.

    Una proposta giusta se consideriamo che la “prima casa” non è un optional ma una indispensabile necessità …tuttavia, nel corso di questi ultimi decenni, in particolare dagli anni 80 quando Vi ricorderete campeggiava lo slogan ” la Milano da bere…”,
    una quantità enorme di seconde e terze case stimate oggi in circa 1.280.000, grazie alla compiacenza di amministrazioni comunali delle località turistiche che concessero e concedono tutt’ora la residenza senza troppe domande, si trasformarono in “prime case” intestandole a mogli e/o figli.
    Queste 1.280.000 abitazioni ed alloggi ex “seconde case”, che avrebbero versato una notevole quantità di denaro alle casse comunali, con l’eliminazione dell’ICI non pagheranno più nulla .

    Ancora una volta, Berlusconi , attuando la promessa, favorirà i ricchi e benestanti proprietari che se la ridono in faccia a chi ha realmente una sola casa o forse neanche quella !

    Pubblicato da ZEUS a 1.21 1 commenti

    ▼ 2008 (2)
    ▼ aprile (2)
    2008-zapping e annozero di giovedi 17
    2008-eliminazione totale ICI per prima casa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...