Le riforme provvisorie


“Un sistema elettorale che sarà probabilmente un sistema di transizione”? Veltroni, no! Primo perché se già partite con l’idea che è una legge di transizione e che quindi tra un po’ ci rimettete le mani, riuscite a superarvi nella cazzata che partorite. E poi col nuovo governo non possiamo vivere un altro anno con l’incubo che dovete rifare la legge elettorale, ma lavorare, invece di cazzeggiare di continuo come fate?

In più in Italia, di solito, quelle leggi e riforme che sono dichiarate definitive vengono modificato molto più spesso di quelle temporanee. Qualche esempio? L’Inno di Mameli era stato dichiarato Inno Nazionale nel ’46  in via provvisoria ed è stato definitivamente adottato solo con una legge del 2005. Le varie riforme della scuola, ognuna definitiva, si susseguono ad un ritmo indiavolato.

Annunci

One thought on “Le riforme provvisorie

  1. Che dire allora, tanto per non esser laici e parlar di cose più elevate, di S. Francesco, che, proclamato patrono d’Italia da papa Pio XII nel 1939, ha dovuto attendere l’approvazione definitiva di tale nomina da parte del nostro parlamento fino al 1958?
    (Non so se era il Governo Zoli od il Secondo Governo Fanfani, passato alle cronache anche per la legge Merlin…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...