La corsa agli sportelli


Di nuovo come nel ’29. Tutto cominciò con una crisi, il rischio che il sistema bancario non fosse capace di restituire il denaro dei correntisti. E il rischio divenne realtà perché milioni di clienti si presentarono agli sportelli delle banche. Oggi come allora le banche moltiplicano la quantità di denaro in circolazione confortate dalla statistica che le rassicura che non ci sarà mai una richiesta da parte di tutti i correntisti dei loro risparmi. I dati anomali in statistica vengono eliminati proprio perché anomali, ma nella vita reale, i dati anomali fanno chiudere le banche, ad esempio, e quindi fanno perdere posto di lavoro a migliaia di persone e fanno crollare la fiducia nel sistema economico in cui viviamo, che dimostra proprio in queste occasioni la sua fragilità.

Sarebbe un sogno poter sfruttare questo momento per innescare una crisi che mettesse in ginocchio questo sistema economico per sostituirlo finalmente con un sistema economico più giusto. Ma questi son sogni. Da queste crisi sistemiche, che periodicamente si susseguono, ne escono rafforzati sempre i più ricchi e potenti, mentre la povera gente fa la fila alle mense popolari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...