Finalmente una buona notizia!


Arriva da Tripoli una notizia che ci allieta la serata. La vicenda nasce alcuni mesi fa quando un gruppo di bambini viene infettato dal virus dell’HIV. La Corte Suprema libica condanna le infermiere bulgare e il medico che avevano in cura i bambini, colpevoli, secondo l’accusa, di aver iniettato loro il virus.

Stando così le cose, le infermiere e il medico avevano di fronte soltanto la pena capitale. Ci rasserena, invece, leggere che i familiari dei bambini hanno rinunciato a chiedere la pena di morte in cambio di un indennizzo. Adesso la Corte Suprema dovrà decidere se confermare la pena capitale o commutarla in ergastolo.

Speriamo che la “guerra” che varie associazioni come NessunoTocchiCaino stanno combattendo per abbandonare l’orrore dello “Stato omicida” possa vincere un’altra battaglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...