Palio


Palio del 2 luglio 2007Sul Palio di Siena si è scritto tanto e tanto si scriverà ancora. E’ una festa fantastica, in una piazza unica al mondo. Ancor più bella nei 4 giorni di palio.

Come ogni anno, anche per questo palio ci sono stati episodi particolari. Venerdì 29 durante la prima prova, il cavallo della Chiocciola si è ferito al canape e con dolore ma con altrettanto senso di responsabilità la Contrada ha deciso di non correre la carriera del 2 luglio, nel frattempo il mossiere si è dimesso e per la prova della mattina successiva è stato chiamato Guglielmi.

Altro momento particolare è stata l’assegnazione della vittoria. Per prima, alla trifora del Comune, è sventolata la bandiera del Nicchio, poco dopo sostituita dalla bandiera dell’Oca cui è stato consegnato il Drappellone.

La telecronaca della corsa la lascio recitare a chi ne sa, mi limito soltanto a dire che dalla postazione privilegiata da cui, da alcuni anni, ho la possibilità di vedere la corsa si gode di una vista mozzafiato. Ho la fortuna di monturarmi e suonare il tamburo nella Fanfara del Palio. Entrare in Piazza, calcare il tufo dove poche ore più tardi si correrà la corsa più bella del mondo, avere gli occhi puntati addosso di migliaia di persone. Poi salire sul palco delle comparse e vedere decine di migliaia di teste far cambiare colore alla piazza ad ogni metro guadagnato dal Carroccio. E poi sentir calare il silenzio in una piazza enorme all’apparir della busta. Sono sensazioni uniche che culminano con il trionfo della Contrada.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...